Vetri senza aloni: realtà o utopia?

mercoledì 13 Febbraio 2019

Tra le operazioni di pulizia della casa, lavare i vetri è di certo la più fastidiosa! Vorresti uno specchio limpido e trasparente, ma invece ti ritrovi un vetro opaco, con misteriosi aloni qua e là e naturalmente una grande delusione! Dopo tanto lavoro meriti davvero di ottenere un risultato soddisfacente, non credi? Ecco allora cosa devi fare: prendi carta e penna e appuntati questi semplici consigli per ottenere vetri perfetti e soprattutto…senza fatica!

I segreti per un vetro in cui specchiarti

È opinione comune pensare che la pulizia dipenda dal detergente chimico utilizzato. Merito della società consumistica in cui viviamo dove spesso diventano più importanti le vendite rispetto alla protezione dell’ambiente e alla tua fiducia. Cosa succede quando ti accorgi che la pubblicità ti ha ingannato? Inevitabilmente cambi prodotto o tenti altre strade. Se scegli quest’ultima soluzione potresti rimanere sorpreso dai risultati inaspettati che i classici rimedi fai da te hanno sulla pulizia in casa, anche dei vetri.

L’obiettivo è un vetro senza aloni. Non è facile, ma ti accorgerai che non è nemmeno impossibile.

Il prodotto casalingo più utilizzato è sempre l’aceto: misto ad acqua, alcool o bicarbonato pare che lasci le superfici completamente pulite e igienizzate. Naturalmente devi anche procurarti uno spruzzino per utilizzare la miscela e un panno in microfibra per asciugare il vetro e non lasciare aloni.

L’odore dell’aceto, però, è piuttosto forte e non tutti sono disposti ad utilizzarlo nella pulizia domestica. Niente paura: usa un detergente fai da te con scaglie di sapone naturale. Ne bastano pochissime per ottenere un detergente ecologico ed efficace, da usare sui vetri senza temere di graffiarli o non riuscire ad eliminare lo sporco.

E poi, per vetri senza aloni, al momento dell’asciugatura usa i fogli di giornale! Vedrai che risultati!

Pulizia dei vetri: quello che non ti dicono

Tanto tempo trascorso a strofinare il vetro per poi accorgerti che gli aloni sono sempre lì.

Dicono di pulire quando non c’è il sole perchè le gocce si asciugano rapidamente e rimangono sul vetro! Dicono di comprare solo il detergente top nella sua gamma, perchè altrimenti non otterrai mai l’effetto desiderato.

Ma invece di sentire cosa ti dicono, presta attenzione alle cose non dette: alla base dei tuoi scarsi risultati, infatti, c’è solo una cattiva informazione.

Sapevi che i detergenti contengono quei residui che producono gli aloni? Si tratta sempre di prodotti chimici e come tali contengono sostanze che spesso si depositano sulle superfici trattate. Per questa ragione è consigliabile usare i rimedi casalinghi prima citati.

Ma c’è un’altra cosa che devi sapere prima di pulire i tuoi vetri: l’acqua calcarea che scorre dal tuo rubinetto può contribuire ad una pulizia inconsistente. Se vuoi davvero specchiarti in un vetro pulito e senza aloni devi stare attento a quella che usi per lavarli.

Con un generatore di ossigeno attivo in grado di generare acqua ozonizzata puoi avvalerti dell’azione igienizzante dell’ozono, ed i risultati sono davvero sorprendenti!

In questo caso sostituisci l’acqua ai classici detergenti, ed oltre ad un risultato finale davvero splendente, avrai fatto una scelta ecologica.

Oltre ad un vetro come nuovo e privo di aloni saprai di avere contribuito alla salvaguardia del tuo pianeta, riducendo il consumo di detergenti chimici altamente inquinanti e l’uso di plastica dei flaconi impiegati per la pulizia dei vetri. Un motivo in più per sostenere metodi ecologici e fai da te che sono anche facili, veloci ed efficaci.